Cosa sono e come sono strutturate le porte a libro?

Quando si parla di porte interne si apre un vero e proprio mondo. Ne esistono davvero tantissime in grado di coniugare perfettamente estetica, design e praticità. Tra le più diffuse sul mercato ci sono le porte a libro, conosciute anche come porte pieghevoli, dotate di una o più ante che si ripiegano su loro stesse proprio come un libro.

Le porte possono chiudersi verso destra o verso sinistra, oppure verso l’interno o verso l’esterno. La scelta dipende principalmente dallo spazio a disposizione. Esaminiamo meglio i vantaggi e le caratteristiche delle porte a libro.

Quali sono i vantaggi delle porte a libro?

Le porte a libro sono la soluzione ideale per chi ha case di piccole dimensioni o per chi vuole dotarsi di una portafinestra che “prolunga” gli ambienti interni, aprendoli su un giardino o su una terrazza. Un’ottima idea per unire ambienti interni ed esterni soprattutto nelle giornate soleggiate.

La porta a libro, se dotata di un vetro, permette anche l’ingresso della luce solare che illumina gli ambienti offrendo una maggiore sensazione di spazio visivo.

All’occorrenza le porte a libro aiutano anche a collegare il soggiorno con la cucina o la camera da letto con la cabina armadio.

Quando scegliere una porta a libro?

Come già specificato la porta a libro risulta una soluzione indicata quando gli spazi in casa sono limitati e c’è bisogno di ridurre al minimo l’ingombro. In realtà il mercato dell’edilizia offre anche altre soluzioni, tra le quali spiccano le porte scorrevoli che consentono di recuperare centimetri preziosi.

A causa di alcune difficoltà strutturali tuttavia può risultare complesso, se non impossibile, installare il binario dove dovrebbe scorrere la porta scorrevole. In casi come questi l’unica soluzione è rappresentata proprio dalle porte a libro.

Quali materiali utilizzare per le porte a libro?

Per quanto riguarda il materiale il mercato offre una scelta molto ampia che si adatta non solo alle esigenze estetiche e di design della casa e degli abitanti, ma anche pratiche e funzionali. Si possono usare materiali singolarmente, come il legno che rappresenta sempre una scelta suggestiva e molto intima. 

Lo stesso legno può essere utilizzato in combinazione con il vetro, che convive perfettamente anche con l’alluminio. Se il legno è più indicato per una casa rustica e classica, l’acciaio si intona meglio in case moderne dallo stile industrial chic. Molto gettonato anche il pvc per le sue caratteristiche moderne, versatili e resistenti alle intemperie ed allo scolorimento determinato dal sole.Per chi fosse interessato, l’azienda Gioma srl esperti nella vendita di porte a Trieste, si occupa anche di questo tipo di porte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *